Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

CONTRIBUTO PER SOSTEGNO ALLE CATTEDRE DI LINGUA ITALIANA

 

CONTRIBUTO PER SOSTEGNO ALLE CATTEDRE DI LINGUA ITALIANA

Con il presente messaggio si forniscono le indicazioni operative per la presentazione delle richieste di contributi sul Cap. 2619 p.g. 2, riferiti all'E.F. 2020 e finalizzati alla promozione della lingua e della cultura italiana nelle istituzioni universitarie straniere.

Analoghi contributi destinati alle istituzioni scolastiche straniere NON UNIVERSITARIE - di competenza dell'Ufficio V di questa Direzione Generale - saranno oggetto di separata comunicazione.

1. CONTRIBUTI E CRITERI DI ASSEGNAZIONE
I contributi di cui sopra sono concessi per la creazione e il funzionamento di cattedre di italiano presso Universita' straniere e sono destinati alla copertura totale o parziale della retribuzione di insegnanti assunti direttamente dalle Universita' con contratto a legge locale. Ai fini dell'individuazione delle Istituzioni possibili beneficiarie, con il termine "cattedre di italiano" si intendono cattedre e/o corsi di insegnamento in ambito universitario nei quali la lingua italiana figuri tra le lingue insegnate secondo l'ordinamento dell'istituzione interessata, anche se la cattedra o il corso ha una diversa denominazione.

Nell'assegnazione delle risorse finanziarie disponibili, verranno adottati i seguenti criteri e parametri:

1- Livello di priorita' del Paese per la politica estera e di promozione del Sistema Italia;
2- Soppressione di lettorati di ruolo e/o assenza di docenti madrelingua;
3- Adesione al Progetto "Laureati per l'Italiano" (si veda di seguito "PROGETTO "LAUREATI PER L'ITALIANO"). Alle Universita' straniere che assumono docenti madrelingua specializzati in didattica dell'italiano a stranieri, con l'obiettivo di migliorare la qualita' dell'offerta formativa, viene attribuito un contributo anche in base al livello di disagio e/o di attrattivita' del Paese e all'impegno finanziario dell'Universita' straniera al progetto;
4- Sostegno a progetti innovativi volti all'utilizzo delle nuove tecnologie (e-book, corsi a distanza, ecc…);
5- Numero di studenti e di corsi;
6- Facolta' presso cui il corso e' tenuto dando priorita' ai corsi inseriti in settori strategici (ad es. architettura/design/economia/enogastronomia);
7- Congruita' della richiesta.

Inoltre, quale criterio generale, non si potranno prendere in considerazione richieste di Universita' dove siano gia' in servizio lettori di ruolo MAECI inviati dall'Italia. Fa eccezione l'esistenza di specifici finanziamenti previsti, ad esempio, da Accordi Culturali bilaterali ratificati dal nostro Parlamento, che andranno opportunamente segnalati nella richiesta.

Come previsto dalla normativa vigente, la valutazione delle richieste viene effettuata dalle Ambasciate, dai Consolati e dagli IIC, tenendo presenti le ricadute per la promozione della lingua e della cultura italiana nel territorio di competenza. Si raccomanda di indirizzare le richieste verso progetti innovativi e volti ad avere un impatto su larga scala in termini di aumento del numero di studenti di italiano attraverso, ad esempio, corsi e produzione di materiale didattico online, ecc.

Oltre a selezionare rigorosamente le richieste delle universita', codeste Sedi sono pregate di verificare la congruita' del contributo richiesto e l'efficace e corretto utilizzo di quello gia' ricevuto, indicando nel parere l'eventuale ordine di priorita' e procedendo, solo dopo attento controllo della completezza dei dati e della correttezza della documentazione, all'invio delle proposte a questo Ministero. Infine, codeste Sedi vorranno cortesemente indicare il nominativo e i recapiti del referente incaricato di seguire l'iter delle richieste di contributi in oggetto.

2. PROGETTO "LAUREATI PER L'ITALIANO"
Si segnala che una parte dei fondi verra' destinata alle cattedre che hanno aderito al Progetto "Laureati per l'italiano", di cui ai messaggi di questo Ufficio n. 0221122 del 19/12/2019 (prosecuzione attivita') e n. 8977 del 17/01/2020 (Bando 2020), volto a incentivare le cattedre e a migliorare la qualita' dell'insegnamento dell'italiano. Si ricorda che le richieste di contributo per il Progetto "Laureati per l'italiano" dovranno altresi' essere parte della risposta a questo Messaggio. Esse dovranno essere commisurate all'importo complessivo erogato nell'E.F. 2019. La concessione degli stessi sara' infatti determinata dalle effettive disponibilita' di bilancio sul capitolo di riferimento per l'E.F. 2020.

3. ISTRUZIONI PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTO
Le richieste di contributi, che graveranno sul cap. 2619/2, dovranno essere corredate dagli allegati formulari:

- All. A - Richiesta contributo per sostegno alle cattedre e/o corsi universitari di lingua italiana;

- All. B - Relazione finale sull'utilizzo dell'ultimo contributo fruito per creazione o mantenimento di cattedre e/o corsi universitari di lingua italiana.

Le Universita' dovranno compilare ELETTRONICAMENTE i formulari, senza apportare alcuna modifica al testo predisposto da questo Ufficio. Questi dovranno contenere la firma del responsabile dell'istituzione richiedente e timbro. I formulari dovranno essere accompagnati da una lettera a firma del responsabile accademico contenente la motivazione della richiesta di contributo.

Le Universita' che hanno beneficiato di aiuti nel quinquennio precedente il 2019 dovranno allegare le relazioni finali dell'ultimo anno finanziato tramite l'allegato formulario B. La presentazione delle relazioni finali e' condizione indispensabile per la concessione e la liquidazione del contributo.
Si prega pertanto di inviare la richiesta di contributo insieme alle relazioni finali, anche qualora siano gia' state precedentemente inviate a questo Ufficio.

Nel ricordare i compiti di vigilanza e monitoraggio sul corretto utilizzo dei contributi in capo a codeste Sedi, si raccomanda lo scrupoloso rispetto delle indicazioni contenute, la corretta e integrale compilazione dei formulari e il loro sollecito invio al Ministero, onde garantire l'efficacia e la tempestivita' delle operazioni di assegnazione.

Il mancato rispetto della modulistica e delle scadenze indicate nel presente messaggio potrebbe infatti comportare l'impossibilita' di soddisfare la richiesta di contributo presentata.

La scadenza per la presentazione delle domande per i contributi è fissata al 31 marzo 2020.

Per informazioni sulle modalità di presentazione della domanda e sulla modulistica da presentare contattare :

UFFICIO CULTURALE
Dott. Tanju Şahan
tel. +90 (212) 293 9848
Mail: eventi.iicistanbul@esteri.it


1619